L’ange protecteur – Niki de Saint Phalle

Un’enorme “Nana” nelle vesti di angelo custode veglia sui viaggiatori nel padiglione principale della Stazione Centrale di Zurigo.

  • 1,2 tonnellate di peso
    11 metri di altezza
    Dal 1997 nel padiglione principale della Stazione Centrale di Zurigo

L’opera

Il coloratissimo angelo custode in Stazione Centrale, che tutti i pendolari di Zurigo conoscono, è alto 11 metri e pesa 1,2 tonnellate. L’opera è stata un regalo dell’azienda Securitas in occasione dei 150 anni delle Ferrovie Svizzere ed è stata trasportata a Zurigo in nave dagli Stati Uniti, passando da Rotterdam e Basilea. Niki de Saint Phalle ne ha monitorato l’installazione di persona.

Particolarità

Il vestito colorato e le ali dorate vengono spolverati ogni tre mesi. Dato che Niki de Saint Phalle ha utilizzato colori ad acqua per questo lavoro, l’angelo può essere trattato con grande cautela esclusivamente con un piumino e uno spray ad aria compressa, altrimenti i colori sbiadirebbero.

Luogo

Al piano terra della Stazione Centrale di Zurigo è impossibile non notare “L’ange protecteur”, anche se è sospeso sopra i passanti.

L’autrice

Inizialmente derisa per le sue sgargianti “Nana”, entro breve, l’artista francese Niki de Saint Phalle (1930 – 2002) divenne famosa in tutto il mondo. Le sue voluminose “Nana” sono espressione di donne libere, sicure di sé, piene di gioia di vivere. La “Nana” più grande venne realizzata in collaborazione col marito Jean Tinguely.

Visualizzare tutta la descrizione Nascondere descrizione